• Edwin Bischeri

Ostaggio del benzinaio (Milano)

Tangenziale ovest direzione Lodi, alba delle 9 di mattina, auto in riserva, mi fermo all'ultima area di servizio prima di entrare in autostrada... completamente in coma faccio la benzina, poi arriva il benzinaio per il pagamento, io bello bello tiro fuori il portafoglio vuoto pensando che tanto ho il bancomat... che però stava a casa al calduccio sulla scrivania! iL benzinaro mi porta dal BOSS, che mi prende in ostaggio finchè non si trova un modo per pagarlo. Chiamo varie persone, poi arriva il mio salvatore, Matteo Terzi in arte Soltanto, che mi libera dalla prigionia e mi offre pure un caffè!


Dopo questa disavventura vado a fare il mio dovere sperando che la nuvoletta di Fantozzi, che mi perseguita da due giorni, si allontani da me il più possibile. Arrivo dunque in San Babila con tutta la mia attrezzatura e l'amplificatore prestatomi dall'amico Claudio Avella (il mio ampli è in prognosi riservata). Dopo qualche problemino iniziale (cavi che ronzano e pedalino dell'equalizzatore che aveva deciso di scioperare), cappello in testa e occhiali scuri per nascondere la faccia ancora in coma, parto all'attacco e inizio un concerto veramente bellissimo, con un pubblico, prima un pò intimidito, poi sempre più COINVOLTO, e sempre più numeroso intorno a me, anche se un pò a distanza.


Ci sono stati:

- momenti TENERI, come quanto la bimbetta viene a portarmi la monetina in mano, poi fa dietrofront dietro indicazione della mamma che la guida verso la custodia

- momenti NOIOSI, come la pattuglia di Vigili che si ferma proprio davanti a me sgasando con le moto e rovinandomi un pezzo country, o lo STRONZO (così gli ho gridato al microfono) che è passato a razzo con la bici tra me e la custodia, sfiorando il mio leggio

- momenti SERI, come quando nel bel mezzo di THE SCIENTIST dei Coldplay, con la coda dell'occhio vedo avvicinarsi una marea di gente con striscioni e cartelloni: era il corteo per la GIORNATA DELLE MALATTIE RARE, guidato da una signora dotata di megafono che urlava alla gente tutta la sua disperazione per uno Stato che abbatte i finanziamenti alla RICERCA e non tutela in alcun modo le famiglie con persone affette da tali patologie. Quando la signora ha iniziato a parlare ho smesso di cantare, e ho mantenuto il giro di chitarra suonando piano, poi quando il corteo si è rimesso in marcia ho continuato il pezzo, e mi ha stupito molto che le persone che mi stavano ascoltando da prima e che si erano dovute spostare si siano riposizionate di fronte a me applaudendo!

- momenti DIVERTENTI: è uno spasso vedere la gente che fischietta "do do doo doo" quando faccio "Walk on The Wildside", o cammina a ritmo, muove la testa e agita le braccia su pezzi come Ring Of Fire, o canta con me, come accade sempre con "Losing My Religion"!

- momenti SPIRITUALI: ho bestemmiato a lungo dentro di me quando ho sbattuto la testa contro il microfono, ma per fortuna non se n'è accorto nessuno!


Oggi sono stati miei spettatori, e li ringrazio:

- Manuele Colamedici che aveva appena finito il suo concerto

- Valentina Sardo col suo boyfriend (?)

- Flavia Alagna e Irene Giuliana Arosio: che bella sorpresa vedere un pezzo della famiglia Arosio, diciamo il pezzo più bello! Spero presto di vedervi tutti insieme cari cugini!

- Leila Lovo, la persona più importante: la tua presenza è stata fondamentale per farmi suonare e cantare alla grande!


Un ringraziamento particolare a Claudio Avella, che mi ha portato l'amplificatore a domicilio!


Domani mattina dalle 11 alle 14 sarò in Corso Vitt Emanuele, vi consiglio di venire perchè sono carico a molla!

#edwinonemanband #edwin #onemanband #busker #musicistadistrada #street #art #music #folk #voice #guitar #armonica #kazoo #cajon #tambourine #fnrt2013 #marzo #lombardia #milano #piazzasanbabila #sanbabila #strumentazione #amplificatore #benzinaio #ostaggio #colleghi #matteoterzi #soltanto #manuelecolamedici #claudioavella #fans #friends #amici #valentinasardo #flaviaalagna #irenearosio #leila #personaggi #people

0 visualizzazioni

Edwin One Man Band Official Website © 2019 by Tigrito Folk Records. Created with Wix.com