top of page

Il vigile infame (Como, Cernobbio)

Fermato a Como... e anche a Cernobbio...ma mentre i vigili comaschi mi avvisano gentilmente che hanno ricevuto dall'alto l'ordine di far valere la delibera di luglio che di fatto vieta l'uso di amplificazione, a Cernobbio, dove arrivo col compare Valerio, incontro un vigile davvero stronzo. E' il classico vigile sfigato di paese, che si fa bello dietro la divisa atteggiandosi da sceriffo. Appena si avvicina decanta a memoria il regolamento di strada locale, che proibisce di esibirsi a cappello, e mi fa sbaraccare.

Poco dopo chiamo la centrale per avere informazioni sul regolamento, e mi risponde lo stesso sbirro, che appena sente le parole "sono stato cacciato" si altera e mi intima di rimanere dove sono. Ed eccolo tornare con un collega, mentre io ormai ho raggiunto Valerio per avvisarlo che presto avrebbero cacciato anche lui. Scende dalla macchina col fare da duro, e mi chiede un documento. Deve trovare un pretesto per farmi alterare, allora prima si lamenta del documento sgualcito, poi di come tengo le mani in tasca. "Non so come fate in Colombia, ma qui si sta composti quando si è di fronte ad un autorità!". Metto le mani incrociate sul petto, ma