top of page

Un mago che canta (Milano)

La postazione lungo il Corso non delude mai!

Anche qui ormai sono conosciuto, quando arrivo c'è sempre qualcuno che mi vede, mi saluta e mi fa i complimenti.

Il CASTAGNARO ad esempio che oggi mi ha offerto 3 castagne dicendomi: "Ma non puoi venire sempre tu a suonare qui? Ne ho pieni i coglioni di sentire quelli col flauto che fanno la musica andina!"

Poi c'è la signora ALTOLOCATA col cappello piumato e i gioielli tutti tempestati di pietre preziose, che non manca mai di lasciarmi una banconota e un: "che bravo figliolo!"