• Edwin Bischeri

Like A Rolling Stone (Milano)

Oggi non so com'è, ma tutti volevano che suonassi le canzoni di Bob Dylan! E con Bob io ci vado a nozze!


Arrivo in stazione e trovo il mio collega Claudio Avella che sta sbaraccando. Finalmente lo rivedo con piacere sulla strada dopo tanto tempo, e così quando un vecchietto mi chiede "MR. TAMBOURINE MAN", il ritornello diventa "Eeeehi Mr. Claudio, sings a song for me!".

Finita la canzone si avvicina con decisione un tizio con la faccia da narcotrafficante, all'inizio sono un pò impaurito, poi si ferma mi guarda, si prende qualche secondo e mi dice: "NON HO MAI CREDUTO NELLA REINCARNAZIONE, FINO AD OGGI!"... gli chiedo: "Ma la reincarnazione di CHI?"... e lui: "di BOB DYLAN"!

Io ho sempre pensato che uno prima di reincarnarsi deve essere morto, e invece il buon vecchio Bob è ancora in giro per il mondo a fare concerti senza fermarsi mai, cmq il ragazzo mi ha fatto un complimento bellissimo, ed è così che attacco con una versione aggressiva di "LIKE A ROLLING STONE", che oggi ho rifatto 3 volte perchè me l'ha chiesta pure una vecchietta sdentata! La seconda volta me l'ha chiesta un signore sulla sessantina piuttosto esagitato, che voleva cantarla insieme a me perchè è la sua canzone preferita. Quindi si mette vicino al microfono, e mentre canto il mio orecchio destro va a fuoco per le stonature clamorose del matusa, che infatti capisce dalle mie espressioni facciali di disgusto che può anche lasciare perdere! Il sessantenne però vuole mettermi alla prova, dunque mi chiede una serie di pezzi di Dylan, forse pensando che non li conosca. Si sbaglia di grosso! Vuole WHEN THE SHIP COMES IN? IT AIN'T ME BABE? STUCK INSIDE A MOBILE WITH THE MEPHIS BLUES AGAIIN? OH SISTER? Per me è come allacciarmi le scarpe!

Poi c'è la signora filippina che vuole BLOWIN' IN THE WIND, una canzone talmente famosa che la conoscono anche i piccioni!

Passa la signora Maria che ogni volta che mi vede mi chiede IMAGINE per il marito molto malato. Anche stavolta gliela faccio con piacere, anche stavolta scoppia in lacrime.

Poi si torna su Dylan, sparo una bella versione ritmata di SHELTER FROM THE STORM, passa una comitiva di ragazze che si mettono a ballare con entusiasmo, poi cominciano a girarmi intorno ballando a cerchio, e ovviamente si raduna un sacco di gente incuriosita da quella che sembrava una coreografia studiata!

Ma oggi sembrava che tutti si fossero messi d'accordo per farmi suonare i pezzi del "menestrello di Duluth", e anche quando ho fatto qualcos'altro, tipo "Il Cielo d'Irlanda", un vecchio dalla barba lunga mi domanda: "ma è una canzone di Bob Dylan?"...


Ringrazio una coppia di fidanzati che mi ha offerto un caffè bollente, ma soprattutto ringrazio mia mamma Renata Alagna che mi ha portato la cioccolata e i pasticcini, e la sua amica Loretta che ha voluto il mio cd.


Domani è prevista neve e dovrei suonare in Corso Vitt Emanuele dalle 14, vediamo come si mette!

Hasta la vista e BUONE ELEZIONI (io voto Grillo senza troppo entusiasmo, il resto per me è MINESTRONE SURGELATO e SCADUTO!)

#edwinonemanband #edwin #onemanband #busker #musicistadistrada #street #art #music #folk #voice #guitar #armonica #kazoo #cajon #tambourine #fnrt2013 #febbraio #lombardia #milano #cadorna #stazionecadorna #stazione #repertorio #bobdylan #fans #friends #amici #renataalagna #loretta #regali

1 visualizzazione

Edwin One Man Band Official Website © 2019 by Tigrito Folk Records. Created with Wix.com