Il miglior concerto di giugno (Milano)

Aggiornato il: 14 ott 2019


Oggi si è chiuso alla grande il mese di Giugno con un concerto domenicale BOMBA in Corso Vittorio Emanuele!

E' stato un mese difficile, dai risultati altalenanti tra date saltate causa pioggia (come il Festival di Monza) eventi sospesi (vedi Festival di Muggiò), notti bianche e fiere pacco (vedi Cornaredo e in parte Bergamo e Sesto) o postazioni senza pubblico (come in Parco Sempione, eppure è il mese in cui ho suonato di più che in tutti gli altri (20 volte)!

Vengo da una "FESTA di addio" devastante a casa di Valerio Papa, una serata bellissima durante la quale io e il buon Claudio Avella ci sentivamo come i due MATUSA piombati indietro nel tempo nel bel mezzo di una festa delle superiori tipo "il tempo delle mele" (tra gente che limona sul materasso, ragazze ubriache già prima dell'inizio della festa, colonna sonora che passava dai Queen agli 883, fiumi di alcool mischiati insieme a caso,ecc.ecc.).

Ma stanotte, proprio a causa dell'alcool, ho dormito malissimo e mi sono alzato con diversi acciacchi (proprio come un vecchio), non esattamente in forma per affrontare un concerto...

Quando arrivo sbadigliando alla mia postazione la trovo occupata da un RASTAMAN jamaicano (molto bravo a cantare e suonare i pezzi di bob marley) che era lì abusivamente. Ganjaman è visibilmente incazzato perchè gli è partita una corda della chitarra, e un pò a malincuore si sposta dicendomi: "zi fratelu, hai ragione, non ho vistu tantu bene mio permesso! Zcusa oggi giornata di merda!"

La gente comincia ad avvicinarsi quando ancora sto finendo di montare, incuriositi da quella strana attrezzatura. La situazione mi prende bene subito, e dopo un paio di canzoni seguite da "Blue Suede Shoes", ecco finalmente lo vedo... non è un miraggio... è proprio un CERCHIO di gente quello che ho attorno! E più vado avanti e più si ingrandisce! Era tempo ormai che non si creava un tale assembramento, al punto da non riuscire a vedere le persone in seconda e terza fila, un momento davvero ESALTANTE di urla e applausi che mi ha rigenerato completamente per quasi 3 ore! Tra una canzone e l'altra era un continuo avvicendarsi di persone che volevano il CD, mi stringevano la mano, mi ingaggiavano per serate private, richiedevano canzoni di tutti i tipi (dai Simple Minds a Frank Sinatra), e facevo quasi fatica a gestire tutto!

Mentre attendo che un AMBULANZA arrivata lì vicino finisca di soccorrere un signore che si sentiva male (spero non per come cantavo!), si avvicina MICHELE, il gestore del chioschetto di souvenirs sotto i portici. Michele, col suo cappellino in testa e gli occhiali da sole, apre la bocca mostrandomi i suoi DENTI nuovi di zecca, che si è fatto appena fare in Jugoslavia per poche migliaia di euro, mentre di fianco a lui c'è Dimitri il barbone che invece sfodera una dentatura marcia e incompleta. Rimango un attimo in fissa a confrontare le due dentature, poi Michele continua raccontandomi di sua moglie che l'ha beccato in pieno mentre la tradiva e che per dispetto gli ha TAGLIATO a metà tutti i vestiti del guardaroba!

E' sempre divertente ascoltare questi RACCONTI di strada, ma è giunto il momento di ricominciare, quindi, dopo aver fatto una foto insieme a un PUFFO con le basette, rimonto sul cajon per un'altra ora di musica di fronte a un pubblico meno numeroso ma sempre caloroso!

Ringrazio Manfredi Speroni e la sua compagna che mi hanno incontrato per caso a concerto finito, e un grazie enorme a tutti i passanti di oggi: siete stati un pubblico da SOOOGNO! Ci si vede in strada a luglio!

https://www.facebook.com/search/top/?q=30%2F06%2F2013&epa=SEARCH_BOX

#2013 #fnrt2013 #milano #lombardia #personaggi #corsovittorioemanuele #colleghi

0 visualizzazioni

Edwin One Man Band Official Website © 2019 by Tigrito Folk Records. Created with Wix.com